AQUARDENS
per suoni, luci e acqua
 
centro termale Aquardens, Pescantina  lugio 2012
con Mattia Trabucchi
 
sonorizzazione con luci e acqua per le vasche termali:
grotta interna - cromoterapia
grotta del sale
 
MUSICA
per flauto in sol, oud e elettronica
 
Biophysical Society, San Diego, 26 feb 2012
con Francesco Forges
 
Musica per il video realizzato da SCIVIS, CNR Pisa, a cura di Monica Zoppè
 
 
musica elettronica per danza
 
coreografia di Ariella Vidach
 
performance live dance galleria Vittorio Emanuele, Milano
festival FUTURISMI   5 febbraio 2009
 
 
composizione di musica elettronica,
elaborazione di musica futurista e mix di musica etnica per la performance danzata.
 
musica spazializzata dai danzatori mediante casse acustiche portatili
musica elettronica per danza  (2007/8)
 
coreografia di Ariella Vidach
 
Teatro nuovostudiofoce, Lugano, 7-8 dicembre 2007
Giornata della danza, Milano, 27 aprile 2008
Outdoor, Gallarate, 17 maggio 2008
Palazzo dei Congressi, Lugano, 24 settembre 2008
Teatro Dal Verme, Milano, 3 ottobre 2008
 
 
programmazione per musica generata dal vivo dai danzatori;
 
composizione di musica elettronica con elaborazione della messa in FA maggiore BWV 233 di J.S. Bach
audiofile (1997-2012)
su frammenti di CT
 
parlato: Mirco Marchelli
Radio Nazionale Slovena, giugno 1997
versione binaurale, agosto 2012
 
 
composto con materiale vocale,
il testo è ricopiato da frasi
 in vernice bianca lasciate
sui marciapiedi di Milano
les fanfreluches antidotées
teatro musicale per voci, video
e elettronica  (2007)
 
di Gaja Maffezzoli, con Christian Steiner
 
Festival VOCE 07, Montbeliard, 27 marzo 2007
per ascolto in cuffia (2006)
 
Milano, LePlacard headphone festival,
7-8 ottobre 2006
 
composizione binaurale per ascolto in cuffia
 
X-phases
per percussioni scultura  e elettronica (2005-6)
 
performance live con Michele Tadini
 
Milano, festival CreaMi, 16 novembre 2005 perc: C. Garofalo, A. Bonaiuto
Milano, Urban Life2, 25-26 maggio 2006 Percussioni: Roberto Dani
 
 
improvvisazioni digitali e percussive su sculture sonore
 
audiofile (2005)
 
favola sonora, composta con Gaja Maffezzoli
 
tratto dalla favola zigana "La scatolilna incantata", di Jerzy Ficowski, che racconta la nascita del violino.
 
per ascolto in cuffia (2005)
 
ricordo di Bruno De Marchi
 
per piffero cornamusa fisarmonica
immagini e elettronica (2004)
 
concerto con multivisione,
composto con Marco Domenichetti e Giancarlo Carraro
Villa Penicina, 13 agosto 2004
tre strumenti tradizionali dialogano con l’elaborazione elettronica spazializzata e con le immagini in multivisione su grandi schermi. spazi e tempi, memorie e favole della tradizione diventano protagonisti di una teatralità fatta di molteplici livelli di rappresentazione.
per voce, elettronica e video (2002)
 
voce: Simonetta Artuso
Monfalcone 7 febbraio 2003
"quand'anche io parlassi le lingue degli uomini o degli angeli se non avessi amore…" Il suono della voce, nei suoi elementi  formanti, non ancora il linguaggio; non ancora le parole, non ancora i significati. fili di suono, vocali, aria che scorre; consonanti, fratture e rotture dell’aria, il ritmo che scompone l’aria in pezzi di parole e il canto, che la ricompone.
per clarinetto di bassetto, elettronica gestita con sensori (1999 - 2002)
 
clar. Rocco Carbonara
Milano, Palazzo Reale, dic. 1999
Pisa, Normale 9 febbraio 2002
La luna piena, un viaggio in macchina, e il paesaggio che, viaggiando alla velocità dell’auto, nasconde, frastaglia, taglia e reincolla i pezzi di luna.
 
La luna si mostra nel suo lasciarsi immaginare che c’è sempre, tutta intera, ma in altri luoghi; altri occhi.
audiofile (2001)
 
con Michele Tadini e Bottega di Musica
Laboratorio Internazionale della Comunicazione
Gemona agosto 2001
 
remix di scioglilingue in 43 lingue diverse. ricordi del lavoro di un'estate
per chitarra e clarinetto (2001)
armonici di chitarra multifonici di clarinetto riverberi di spazi distanti
 
suoni di questo tipo, poi, inducono ad un tempo tutto loro
per nastro percussioni e luci (2000)
 
percussioni: Marco Giovinazzo
Narratore: Corrado Accordino
Mittelfest 22 luglio 2000
 
da Diari di Viaggio
Sette quadri sulla via di un Oriente immaginato
A cura di Giorgio Colombo Taccani e Mauro Bonifacio
 
il Cavallo di Leonardo
guida sonora per non vedenti (2000)
 
testo: Emanuela Demarchi
voce: Giovanni Garbellini
Milano, dicembre 2000
 
guida sonora per non vedenti realizzata in occasione dell'inaugurazione della scultura di Nina Akamu presso l'ippodromo di Milano
audiofile (1999)
 
trasmesso in “Paesaggio sonoro”
Rai RadioTre 26 giugno 1999
San Lorenzo è una chiesetta del '600, in cima alla collina, tra i vigneti ovadesi. Le sue campane batton le ore, che si posson sentir da diversi spazi, tutti d’intorno, e sopra, e sotto e da fuori e da dentro.
le campane, poi,  batton il tempo
ore e giorni, vento e neve, feste e ricorrenze.
per nastro e tromba barocca
 
tromba barocca: Gabriele Cassone
Voltorre, 11 giugno 1999
la Toccata dell'Orfeo di Monteverdi, suonata in uno spazio astratto. come se arrivasse da lontano, con echi e rimbombi. La tromba è lì che aspetta; aspetta che arrivi il suo suono, il suo eco. suona la Toccata, accompagnata da sé  stessa. poi, il suono, lontano se ne va, inseguito da echi ed imprevedibili voli di rondini.
Per tromba barocca, violino barocco e elettronica da H. von Biber.(1999)
 
tromba barocca: Gabriele Cassone
violino barocco: Cinzia Barbagelata
Voltorre, 11 giugno 1999
Sonate a Due,  in cui suono elettronico e suono barocco cercano affinità e contrasti in un antico chiostro medievale.  da un primo duetto puramente acustico, fino all’ultimo, in cui la presenza dell’elettronica è totale, interamente “live”, affidata all’esecuzione estemporanea, improvvisata, mischiando incoscienza e curiosità.
 
audiofile (1997)
 
voce e testi Mirco Marchelli
 
 
variazioni elettroniche sulla voce
per l'opera di Mirco Marchelli "i traslochi"
 
per violoncello e vibrafono (1997)
 
violoncello:Tatiana Patella
vibrafono: Barbara Bavecchi
Milano, Auditorium Lattuada, 9 giugno 1997
 
da Dialoghi con Leucò, di CesarePavese.
 
il giovane Edipo, non ancora cieco, incontra il cieco Tiresia, ormai vecchio. gli chiede il perché delle cose. tu sei giovane, Edipo, non sai che la terra è roccia, e il cielo più azzurro è il più vuoto. per chi come noi è cieco, tutte le cose sono un urto. non altro.
per 2 chitarre (1996)
 
allievi della Scuola Civica di Milano
Milano, Villa Simonetta 10 maggio 1996
 
quattro studi per maestro e allievo.
come tutti gli esercizi sono fatti  affinché
un giorno l'allievo giunga a fare
la parte del maestro.