breathe dance
studio sulla lievità
il faut être léger comme l’oiseau, non comme la plume
paul valéry
Milano, Danza InMediata, dicembre 2006
le vent se lève... il faut tenter de vivre paul valéry
installazione performativa
con suoni immagini luci e vento.
Performative installation for sounds, pictures, lights, wind.
Breathe Dance è una installazioni interattiva ed uno stage per performance di musica e danza.
Breathe Dance is an interactive installation and a stage for music and dance performances.
Installazione:
 
in uno spazio vuoto danzatrici virtuali, rappresentate da leggeri e trasparenti teli di tulle, pendono  dal soffitto.
 
 
 
 
il pubblico può interagire soffiando in un microfono o muovendosi nello spazio;
con la propria interazione lo spettatore genera suoni ed immagini e controlla luci e vento.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
i teli diventano schermi
su cui vengono proiettate
le immagini interattive
-sequenze di fotografie
elaborate, che lo spettatore
fa scorrere soffiando
 
-elaborazione in tempo reale
dei gesti dello spettatore
ripreso da una videocamera.
 
Installation:
 
in an empty room virtual dancers, represented by light and transparent tulle clothes, hang from the ceiling;
 
 
 
 
the audience can interact blowing into the microphone or moving into the room; audience interaction creates sounds and pictures, controls light and wind intensity;
 
 
 
 
 
 
 
 
 
the tulle clothes become screens
on which interactive pictures
are projected
sequences of processed
photos that the audience
make scroll by blowing
 
- real-time processing of
gestures made by the audience
filmed with a video camera.
L‘ambiente sonoro è generato in tempo reale dal soffio degli spettatori, utilizzando dei filtri risonatori per modelli fisici ed un sistema di improvvisazione controllata.
Sounds are generated in real time by transforming the blowing produced
by the audience, using resonance
filters for physical models
and a system of
controlled improvisation.
performance con danzatrice:
 
la performance è una sorta di "manuale d’uso", di "esemplificazione", per far intuire alla gente come funziona l’interattività.
La coreografia è strutturata come variazioni di una sequenza;
una serie di movimenti esplorata in differenti dimensioni: contratta in gesti minimi, racchiusa nella sola intenzione del respiro, con gesti ampi, da sdraiata o tutto all'incontrario...
 
alla danzatrice fanno da eco e contrappunto riprese live e sequenze di foto elaborate
performance with dancer:
 
the performance is a sort of “user’s guide”, “a model” to help people understand how the interaction works.
Choreography consists of variations of a sequence, a series of movements that are explored in different dimensions: enclosed in minimal gestures, such as the intention to breath, or through wide movements, lying down or upside-down…
 
The dancer is accompanied by live filmings and sequences of processed photos.
Choreography and performance Francesca Telli
festival INCONTEMPORANEA,   Ovada 2008
 
Como, innet, giugno 2007